Wednesday, May 9, 2012

I BRAVI SIGNORI...

Un signore di Scandicci
buttava le castagne 
e mangiava i ricci

Un suo amico di Lastra a Signa
buttava i pinoli 
e mangiava la pigna

Un suo cugino di Prato
mangiava la carta stagnola
e buttava il cioccolato

Tanta gente non lo sa
e dunque nonse ne cruccia:
la vita la butta via
e mangia soltanto la buccia



Sarà stato il caso, o meglio una coincidenza
- ma non s'era detto che il caso non esiste? - 
che Giovanni Stecca mi abbia dato la preferenza;
e un altro caso, cose raramente viste,
che l'ultimo giorno del corso
col mio compleanno sia coinciso,
e Giovanni, che a torto si ritiene orso,
ha suscitato sorpresa sul mio viso.
Di fiori e colori intriso,
un bel libro mi ha regalato,
disegnandomi un sorriso:

grazie Giovanni, del pensiero delicato

4 comments:

  1. Prego!

    Ma... il signore di Scandicci sarei io?? ahahahah ;-D

    La filastrocca di Rodari all'apparenza scherzosa ha invece un contenuto molto profondo...

    Grazie ancora a te per tutto :-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. No Giovanni, tu sei quello che butta la stagnola e mangia il cioccolato, e non sei nemmeno di Prato...

      Delete
  2. Ma quanto sono felice io di avervi incontrato! (e chi ve lascia più!!!!!)!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Neanche noi ti lasciamo più, Marinora. Grazie!

      Delete