Sunday, May 4, 2014

PECCATO NON POTERNE FOTOGRAFARE IL PROFUMO


NUMEROSI, BORDANO MOLTE  LE STRADE IN QUESTO PERIODO.

GLI ALBERI DI ACACIA SI RICOPRONO DI GRAPPOLI BIANCHI ODOROSI ....
...... E COMMESTIBILI.

LI HO FRITTI IN DUE MODI: 

FRITTELLINE DI FIORI DI ACACIA



 Ingredienti per la pastella:
1 uovo
100 gr farina 00
50 ml vino bianco
acqua ( circa 50 ml)
sale

Separare l'albune dal tuorlo e montarlo a neve ben ferma con un pizzico di sale. Mescolare il tuorlo con farina, vino e acqua, alternando gli ingredienti affinché non di sofrmino grumi. Incorporarvi gli albumi a neve.

 Altri ingredienti:
fiori acacia
olio di arachide 


I fiori vanno separati dal rametto.



Si raccolgono a mucchietti e si mescolano velocemente nella pastella. Il lavoro va fatto con le mani: i mucchietti di fiori impastati si adagiano nell'olio caldo e si cuociono finché sono dorati.



L'olio non deve essere caldissimo: va bene una temperatura intorno ai 165 - 170°. I fiori si cuociono con delicatezza. 

ecco qua le frittelline dorate e croccanti


FIORI DI ACACIA FRITTI



Ingredienti per la pastella:
farina 00
acqua q.b. (circa lo stesso peso della farina)
poco lievito chimico per torte salate 

Per questa preparazione i fiori vanno lasciati attaccati al loro rametto. Si "tuffa" il grappolino nella pastella tenendolo alla base del rametto, si scuote delicatamente per far cadere la pastella in eccesso.

  in questa foto, fiori di sambuco e di acacia in padella

Si immergono i grappoli nell'olio caldo (circa 170° C), girandoli ogni tanto, finché sono dorati.



No comments:

Post a Comment