Saturday, January 10, 2015

Presidente Renzi, mi lasci almeno la mia frase fatidica




TTIP: non se ne sente parlare quasi più; ne sappiamo qualcosa? come sta procedendo? ma........ sta procedendo? Adesso le notizie in prima pagine sono altre, terribili e urgenti. Non c'è spazio per qualcosa di molto nocivo e a  lungo termine.

Vedo sempre più prodotti d'oltreoceano negli scaffali dei supermercati. Ogni volta - sarò esagerata -  con una piccola fitta di preoccupazione. Cosa ci sarà dentro?

Nel mio ultimo viaggio in Canada ho incontrato la persona più grassa che abbia mai visto in vita mia. Era su una sedia a rotelle enorme e beveva una bevanda "zero calorie", quelle che ci prendono in giro con l'etichetta.

Quando faccio le lezioni, studenti e turisti mi chiedono spesso come è la situazione politica in Italia, se è vero che c'è tanta corruzione, che si pagano troppe tasse, che non si trova lavoro e che insomma l'italia è un posto bello da vedere per qualche giorno ma non bello per viverci. 

Non so cosa rispondere, perché c'è del vero in tutte le domande e in tutte le affermazioni e la mia onestà mi impedisce di negarlo. 

Poi aggiungo una cosa che mi salva, che salva il mio onore di Italiana e la buona considerazione che voglio avere del mio Paese. 

Dico che in Italia il cibo è buonissimo , non si può negare: piace a tutti e tutti cercano di imitarlo. Poi dico che in Italia le leggi che riguardano il cibo sono tante e molto severe, dico che il cibo è controllato e che di ogni prodotto si può risalire all'origine, dico che i prodotti geneticamente modificati in laboratorio sono vietati. Ma la frase finale è pirotecnica: dico che, nonostante la criminalità diffusa nelle alte sfere, un Paese che rispetta i propri cittadini con la salubrità dei cibi è un Paese degno di rispetto. Qui tutti si zittiscono.

Presidente Renzi, faccia sì che io possa continuare a pronunciarla.

No comments:

Post a Comment