Friday, February 27, 2015

I WILL REMEMBER YOU FOR THE NICE BLUE BROTH




TALIA & HARRY, 


thank you for making such a nice blue broth with the bones of pigeon and the purple carrot...





..thank you for killing the lobster so nicely....


....and for boning the rabbit so nicely.....


.. and for dissecting the pigeon so nicely!





Thank you for being so nicely smiling all the time, for the nice conversations we had, for the nice kind aptitude. Thank you for the nice bottle of Champagne and for the nice book.


I dare to say that you guys are the nicest students!

Wednesday, February 18, 2015

AT EASTER THE CHOCOLATE IS SIGNED BY GIOVANNI STECCA


Sunday March 15 from 9,30 a.m. To 1,30 p.m presso "Giglio Cooking" scuola di cucina in Firenze - Via del
Ghirlandaio 6/b.Sunday March 15 from 9,30 a.m. to 1,30 p.m. at "Giglio Cooking" cookery school in
Florence - Via del Ghirlandaio 6/b.

THE PROGRAM
- tempering chocolate: fast method and keeping on
- making of various chocolate kinds: "mould" and "square" techniques
- making of Easter Chocolate Egg (about 300 gr.)

Please, visit also:
http://lavetrinadelnanni.blogspot.it/p/corsi-di-cioccolateria-e-pasticceria.html

PRICE OF THIS COURSE: 100 € per person
contact:
info@gigliocooking.com
lavetrinadelnanni@virgilio.it

A PASQUA IL CIOCCOLATO E' FIRMATO GIOVANNI STECCA


Domenica 15 Marzo dalle 9,30 alle 13,30 presso "Giglio Cooking" scuola di cucina in Firenze - Via del
Ghirlandaio 6/b.
PROGRAMMA
- il temperaggio del cioccolato: metodo rapido e mantenimento
- realizzazione di varie tipologie di cioccolatini: tecniche "a stampo" e "a quadro"
- realizzazione dell'uovo di cioccolato (300 gr. circa)

Visita anche:
http://lavetrinadelnanni.blogspot.it/p/corsi-di-cioccolateria-e-pasticceria.html

COSTO DEL CORSO: 100 € a partecipante
I frutti del lavoro svolto verranno poi distribuiti ai partecipanti stessi che riceveranno inoltre
una dispensa con le ricette ed un grembiule.

info ed iscirizioni:
info@gigliocooking.com
lavetrinadelnanni@virgilio.it

Tuesday, February 10, 2015

CALENDARIO DI FEBBRAIO - CALENDAR OF FEBRUARY

Wednesday 11th - 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 8
FISH 2 - PRESERVED COD FISH, Baccalà and Stoccafisso, from traditional recipes to foams. Anchovies and sardines: from Roman Garum to modern finger foods.

Venerdì 14 Febbraio, ore 18:00: San Valentino: Cucina lui. con Antonella La Macchia:
http://gigliocooking.blogspot.it/2015/02/san-valentino.html


Thursday 12th - 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 9

PASTA 4 : COLOURED PASTA, with vegetables.   Recipes: Green handkerchiefs with asparagus and scampis; Black taglioni with white squid; Coffee tagliatelle with artichokes; Red tagliolini with zucchini and smoked cheese

Friday 13th - 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 10

GNOCCHI : Recipes: potato gnocchi ; fuchsia with beet roos; chestnut gnocchi. Spinach dumplings; Parisienne.
Lecture : food and words
Lecture: Gnocchi

Monday 16th - 9 :30 am - 01:00 pm Lesson 11

DESSERT 1 :  traditional Cantuccini and variation on it. Lecitine cookies and caramelised figs. Savillum and other combinations of cheese and honey

Tuesday 17th- 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 12

VEGETABLES 2 :  More cold sauces; Dry pasta with vegetables – Artichoke flan; Fried zucchini.


Wednesday 18th- 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 13

MEAT 2 : low cooking - confit, game. Recipes: Carne ‘ncartata.; Hare with blueberries and chestnuts. Salmì and Civet.
Lecture : Ex-ducere.

Thursday 19th- 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 14
Lecture : the words in the kitchen
OFFALS : chicken liver ; tripe, pork liver, brains. Pan brioche: making bread.

Friday 20th- 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 15

ICE CREAM  :The technique. Sorbets. Parmigiano ice cream for appetizer

Sabato 21 Febbraio, ore 18:00: Diversamente Proteico. Corso di cucina vegetariana
con Antonella La Macchia
http://gigliocooking.blogspot.it/2015/02/riproponiamo-il-corso-diversamente.html

Monday 23rd- 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 16

SWEET AND SOUR TRADITION 1 : Caponata, Pork with liquorice.Lobster with blueberries



Tuesday 24th- 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 17

AN ITALIAN TYPICAL MENU.   
Preparation of a feast Italian meal with four courses: Ravioli with cheese and pears; Ida’s veal rolls; Peas Florentine style; Glazed fruit.


Wednesday 25th- 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 18

DESSERT 2 :  Chocolate.Two versions of salted chocolate mousse; Chocolate mousse, raspberry garnish.
Lecture: Fancy sugar. Golden strings.


Thursday 26th- 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 19

SWEET AND SOUR TRADITION 2: Renaissance duck in orange sauce with variations; stuffed pigeon; Guinea fowl with grapes. Sarde in saor.

Friday 27th- 9 :30 am - 01:00 pm - Lesson 20

Lecture: Standardization and individualism : case or necessity ?
FINGER FOOD

Sabato 28 Febbraio, ore 16:00: A Tutto Tondo, corso per bambini. Con Antonella La Macchia
http://gigliocooking.blogspot.it/2015/02/a-tutto-tondo-corso-per-bambini.html


per informazioni:
info@gigliocooking.com

A TUTTO TONDO, corso per bambini



A TUTTO TONDO

…come gli gnocchetti di patate e ricotta alla erbe come le polpettine al limone come i tartufini di ricotta e cocco…. ….tutto piccolo e tondo… da mangiare in un solo boccone… 





Sabato 28 Febbraio presso Giglio Cooking dalle ore 16, due ore e mezza di lezione con degustazione finale.
 Il corso è rivolto ai bambini dai 7 anni in poi. 
Quota di partecipazione € 30,00 per persona 
Per informazioni e prenotazioni : 
info@gigliocooking.com oppure info@sweet-occasions.it

Sunday, February 8, 2015

La Carta di Milano: cibo buono, salubre, diversificato per tutti. Rimarrà solo una carta?

Le premesse non sono buone, almeno da noi in Italia.

Voglio cominciare con un brano tratto dal libro di Albert Howard "The Agricultural Testament", del 1940: 

Mother Earth never attemps to farm without live stock; she always raises mixed crops; great pains are taken to preserve the soil and to prevent erosion; the mixed vegetables and animal waste are converted into humus; there is no waste; the processes of growth and the processes of decay balance one other; the greatest care is taken to store the rainfall; both plants and animals are left to protect themselves against disease.

La Madre Terra non si arrischia mai a coltivare senza gli animali; Lei coltiva sempre colture miste; si prende gran pena nel conservare il suolo e per prevenire l'erosione; la mistura di verdure e gli escrementi degli animali vengono convertiti in humus; non c'è spreco; i processi di crescita e i processi di decomposizione si bilanciano l'uno l'altro; una cura iù grande viene usata per conservare l'acqua piovana; sia piante che animali sono lasciati insieme, per proteggere se stessi dalla malattia.


Il Nostro Paese, dove il Cibo è stato ed è ancora (mi chiedo amaramente e pessimisticamente  per quanto tempo ancora) il fiore all'occhiello della nostra cultura, della nostra economia e ciò che all'estero ci invidiano da sempre, ciò di cui si scrive e ciò per cui si viene in Italia, sembra fare passi da gambero.
Mentre in tutto il mondo imperversano manifestazioni in difesa della coltivazioni autoctone e  proteste (spesso accolte, come è successo recentemente in Colombia) contro le coltivazioni geneticamente modificate, in Italia le leggi - soprattutto quelle fiscali - fanno da ostacolo a ciò che dai noi era continui ad essere.

L'IMU sui campi, con categorie diverse di appartenenza in base alla posizione  o in base a criteri diversi per ogni comune, farà sì che i piccoli coltivatori, quelli che producono per se' e per la propria famiglia, mantenendo puliti i terreni, mantenendo puliti e sgombri i fossi che eventualmente li circondano - un tipo di manutenzione, questo, che non viene più fatto e che è corresponsabile dei disastri ambientali e inondazioni a cui ci stiamo macabramente abituando - , mantenendo pulita l'aria e la salute di chi mangi quei prodotti, non potranno più permettersi di tenere i terreni spesso avuti in eredità e che continuano a coltivare secondo metodi antichi e senza scopo di lucro - che non si il risparmio della famiglia e il desiderio di alimentarsi di qualcosa che sanno cosa sia. 

Giorni fa ho postato sul mio blog la lamentela di Nives
http://gigliocooking.blogspot.it/2015/01/da-nives-un-suggerimento-al-presidente.html

Credo che le conseguente di questo  atto sconsiderato da parte del Governo - l' IMU sui campi indiscriminatamente  a chi non è iscritto come Coltivatore Diretto -  siano prevedibili: come i piccoli negozi, le botteghe degli artigiani, i piccoli imprenditori - quelli che che sapevano usare bene le mani e sostenevano un tessuto sociale e lavorativo ormai inesisente, con perdita di posti di lavoro e crisi crescente a favore di una finanza che a poco a che vedere con l'economia reale - sono spariti, fagocitati dai grandi centri commerciali che vendono ad ogni angolo del mondo gli stessi prodotti in gran percentuale fatti nei Paesi dell'estremo oriente da lavoratori in condizioni di lavoro - o di schiavismo - che noi giudicheremmo proibitive, anche le piccole fattorie famigliari scompariranno. Con esse scompariranno piante autoctone, semi, metodi di coltivazione, salvaguardia ambientale a vantaggio dei grandi latifondisti e delle monoculture, quelle che impoveriscono il terreno con tutte le conseguenze di cui sappiamo. Temi di cui parla  il Mondo Ufficiale del Cibo, quello della Carta di Milano, quello da fatto da persone che non si sono mai infangate in un orto o in un pollaio.

Sicuramente ci sono grandi proprietari terrieri che finora non hanno pagato abbastanza tasse e che non hanno usato i loro terreni per coltivare: tenute signorili, parchi privati, riserve di caccia. Ma come al solito, si sta facendo di tutta l'erba un fascio, andando a colpire chi non  si dovrebbe. Ma siamo capaci in Italia di fare una legge, che sia una, equa??

Thursday, February 5, 2015

RIPROPONIAMO IL CORSO "DIVERSAMENTE PROTEICO"



I Semi racchiudono in se’ la magia della vita: sono il luogo dove l’energia diventa corpo materiale.

Non è necessario essere vegetariani, vegani o ciliaci per approfittare di queste bombe naturalmente ricche di principi energetici. Oggi è facile trovarne: sugli scaffali dei supermercati vediamo semini conosciuti in confezioni quasi da regalo: cumino, lino, finocchio, zucca, girasole, sesamo, papavero. Li usiamo un po’ tutti: per fare pani gustosi, per arricchire le nostre insalate e le nostre minestre, un po’ come facciamo con le spezie.
Un po’ meno familiari sono Quinoa e Amaranto.
La Quinoa è classificata tra i cereali, sebbene la pianta sia visivamente lontana dalla nostra idea di cereale: somiglia forse più al Sorgo, anche esso classificato tra i cereali. La Quinoa ha un alto contenuto proteico, tanto da essere un buon sostituto della carne, ma non sviluppa glutine. È un tesoro prezioso per le persone allergiche a questa proteina.
Ne esistono molte varietà, come da noi il grano. Proviene dal Sud America dove costituisce l’alimento base delle popolazioni andine.
Anche l’Amaranto è classificato tra i cereali, pur non essendo una graminacea.  Ha il chicco più piccolo della Quinoa. Proviene dal Centro America e il suo,  più che una spiga, è un bel pennacchio di colore, appunto, amaranto. Anche l’Amaranto è ricchissimo di proteine ma non sviluppa glutine.
Entrambi vanno lessati circa nel doppio del loro peso di acqua. La Quinoa cuoce un po’ più velocemente.  È bene mescolare prima i semi nell’acqua fredda e poi metterla su fuoco basso, con un coperchio.
Una volta cotti, sia Quinoa che Amaranto, mantengono un aspetto granuloso.
Si prestano a molteplici preparazioni: possono diventare un’insalata, come il cous cous o il farro, possono essere aggiunti a una minestra, possono diventare una specie di polenta granulare se ripassati in padella con ogni sorta di verdura; oppure crocchette o addirittura gnocchi. Insomma, ci si può fare tutto quello che comunemente facciamo col nostro grano.

Vi aspettiamo sabato 7 Febbraio alle 18 per giocare con i semi, sperimentare nuovi sapori e nuovi abbinamenti.
Cucineremo:
Quinoa
Amaranta
Cous cous
Ceci
Una eccezionale Torta al Cioccolato senza burro e senza glutine, ricetta del Cioccolatiere Giovanni Stecca

Il prezzo della serata è 50 euro


Marcella & Antonella

Monday, February 2, 2015

San Valentino…





… oggi cucina Lui 

Un modo divertente ed insolito per festeggiare la sera di San Valentino, un menù completo dall’antipasto al dolce interamente preparato da Lui! Sabato 14 Febbraio presso Giglio Cooking dalle ore 19, tre ore di lezione con degustazione finale. 

Quota di partecipazione € 50,00 per persona 
Per informazioni e prenotazioni : 
info@gigliocooking.com 
oppure info@sweet-occasions.it